Trenta minuti di pisolino dopo una notte insonne

pisolino dopo notte insonneBastano trenta minuti di pisolino dopo una notte insonne? Parrebbe proprio di sì. Tutti sappiamo quali e quanti sono gli effetti negativi di una notte trascorsa senza dormire, effetti a cui possiamo rimediare con un brevissimo riposo pomeridiano.

A rivelarlo è oggi uno studio dell’Università Sorbona di Parigi, condotto su un campione di undici uomini sani di età compresa tra 25 e 32 anni. L’insonnia, come risulta dall’analisi dei soggetti studiati, altera alcuni livelli ormonali dell’organismo, che però possono essere riportati alla normalità grazie a un pisolino pomeridiano.

La ricerca in questione voleva studiare in laboratorio la relazione tra ormoni e sonno. I volontari sono stati tutti sottoposti a un’alimentazione controllata, e sono stati costretti, la prima notte, a dormire ben otto ore, quella seguente solo due ore. Il giorno dopo, i soggetti hanno potuto fare una pennichella pomeridiana. Analizzando campioni di urine e saliva dei soggetti analizzati e studiati, i ricercatori hanno scoperto la capacità del sonno di alterare i livelli ormonali.

Dopo una notte insonne, i volontari presentavano infatti un netto squilibrio dell’ormone norepinefrina, una molecola importante del sistema nervoso che controlla anche la frequenza cardiaca. La sua concentrazione nel sangue era più che raddoppiata; sballati anche i livelli di interleuchina-6, una proteina con proprietà antivirali che si trova nella saliva. Ma la concentrazione normale dei due ormoni è stata ripristinata senza problemi dopo la pennichella del giorno successivo. Vale a dire, un breve riposo di anche soli 30 minuti riesce a ripristinare la situazione ormonale precedente allo “stress” da insonnia.

La carenza cronica di sonno porta a malattie anche gravi e croniche o cronicizzate come obesità, diabete, pressione alta e depressione; per rimediare, la cosa migliore è cercare di dormire il più possibile, magari anche “fuori orario”, purché non si tratti di pennichelle troppo lunghe e prolungate. Non sottovalutiamo mai la mancanza o la carenza di sonno: potrebbe essere la spia di qualche altro problema di salute, o di periodi di forte stress e/o depressione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please Do the Math