Stabilire un corretto ritmo sonno-veglia

insonniaQuando dobbiamo ristabilirci dallo stress quotidiano e aiutare l’organismo a produrre ormoni salutari, non conta solo quanto dura il sonno e quanto è profondo. Quello che fa la differenza, infatti, è il momento in cui si va a dormire: più si va a letto presto, più lungo sarà il periodo di sonno profondo.

Il consiglio è quello di coricarsi verso le 22.00 e alzarsi verso le 7.00, garantendosi così otto-nove ore di sonno ristoratore: gli studi dimostrano infatti che la fase di sonno profondo è più intensa e duratura se la si raggiunge tra le 22.00 e mezzanotte. Oltre alle ore di sonno profondo, però, sono necessarie anche molte ore delle altre fasi del riposo notturno.

L’abitudine di coricarsi alle 22.00 assicura anche di beneficiare appieno dei ritmi circadiani, i regolari cambiamenti fisiologici che avvengono nell’organismo nel corso della giornata. Gran parte di questi ritmi sono controllati dal nostro orologio biologico in base alle variazioni di luce.

Adattare il nostro riposo ai ritmi naturali del corpo permette al nostro organismo di trarne il massimo beneficio. Come diceva Benjamin Franklin, infatti, “Andare a letto presto e svegliarsi presto rendono l’uomo più sano, ricco e saggio”! Per dormire bene e a lungo, inoltre, è necessario mantenere stabile la glicemia, per evitare i risvegli “da fame improvvisa”. Uno dei fattori che maggiormente ostacolano un corretto riposo è l’abitudine di mangiare tardi la sera. Se si deve cenare per forza tardi, ci sono diversi modi per compensare: ad esempio, cercando di stare leggere ed evitando dolci e alimenti trasformati, riservando invece frutta, dessert e alimenti trasformati al pasto di mezzogiorno.

Ricordate poi che anche le bevande contenenti caffeina stimolano alcune parti del cervello e possono causare insonnia o difficoltà a prendere sonno. E’ stato dimostrato che molti antidepressivi sopprimono la fase REM; anche i fumatori accaniti hanno un sonno leggero.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please Do the Math