Omeopatia: una risposta per l’insonnia?

omeopatia insonniaChi soffre di insonnia acuta tende ad affidarsi ad una cura farmacologica, soprattutto se non riesce a riposare da molto tempo. L’insonnia si presenta, infatti, come una patologia debilitante, che non interessa solamente le ore notturne, ma che si riflette nella resa e nella salute giornaliera.

Ansia, stress e insonnia possono rappresentare le patologie più comuni dei tempi moderni e, per ricercare una soluzione a questi fenomeni, è possibile rivolgersi all’omeopatia, una scienza che cura i disturbi attraverso la somministrazione di farmaci che seguono principi ben definiti. Su tutti, l’omeopatia sfrutta lo stesso principio dei vaccini, ovvero inocula delle forme vegetali che si avvicinano il più possibile alla malattia, per far sì che il fisico si abitui e quindi sconfigga la malattia, la patologia o lo stato negativo con le proprie forze, in modo autoindotto.

Molte sono le strade possibili, le quali escludono ovviamente patologie complesse che chiedono di essere curate affidandosi al contributo medico. La scelta dell’uso di medicinali omeopatici può essere attuata a tutte le età e non esiste nessuna controindicazione anche per ragazzi e adolescenti, una fascia di popolazione che sempre più viene colpita da episodi di insonnia. E’ importante considerare che l’impiego dei farmaci omeopatici può avvenire in concomitanza con qualsiasi altro tipo di farmaco senza che si crei interazione. Ultimo ma non per importanza, il farmaco omeopatico non genera dipendenza e non presenta effetti collaterali, quindi non interferisce nella normale quotidianità delle persone che lo assumono.

L’insonnia può quindi essere efficacemente curata attraverso l’omeopatia? La risposta risiede nel comportamento del proprio fisico e nella capacità di abbinare all’assunzione di preparati omeopatici una buona educazione al sonno e l’inizio di una terapia, anche eseguita in autonomia, che permetta di individuare quali sono le reali cause che generano il problema.

Spesso a chi soffre di insonnia viene consigliata l’assunzione del Gelsenium 7CH o dell’Ignatia 9CH, con un’assunzione serale e mattutina che aiuta a sedare l’ansia durante la notte e quindi a favorire il riposo. Un altro medicinale spesso somministrato per alleviare la mente dai pensieri è la Coffea cruda 9CH, che viene assunta prima di dormire. Affidarsi a un bravo farmacista e medico omeopata è la regola di base per poter contare su farmaci realmente efficaci. Ovviamente l’approccio di un farmaco omeopatico rispetto alla tradizionale medicina “che fa dormire” è completamente diverso. Serve tempo e serve individuare la composizione giusta, per ottenere risultati che possono essere positivi e benefici per tutte le persone che soffrono di questo disturbo e per dare vita a un percorso di guarigione mirato e “cucito” sulle reali esigenze del paziente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please Do the Math