Il lavaggio nasale contro l’insonnia

lavaggi-nasaliSpesso l’insonnia è legata a fastidi alle vie respiratorie, soprattutto se i soggetti sono fumatori accaniti. Per liberare i condotti in modo naturale e benefico è possibile attuare il lavaggio nasale, un’antica quanto semplice pratica legata alla medicina ayurvedica.

E’ necessario procurarsi un piccolo neti lota, uno strumento simile ad un annaffiatoio in miniatura che deve essere riempito con acqua calda (a temperatura corporea) e con un pizzico di sale rosa dell’Himalaya. Una volta riempito il contenitore ci si deve posizionare con la schiena piegata sul lavandino e iniziare a respirare con la bocca. Contemporaneamente si infila l’estremità del lota nella prima narice, facendo scorrere l’acqua nella seconda narice. Il lavaggio raggiunge tutti i condotti, liberandoli dalle impurità e quindi facilitando la respirazione. Il lavaggio deve interessare entrambe le narici e, alla fine, è necessario soffiare con il naso per asciugare con cura l’interno.

Le prime volte questo lavaggio apporta un leggero senso di smarrimento, ma dopo alcuni giorni si scoprirà l’effetto benefico dell’acqua calda. Questi condotti non possono essere raggiunti né con gli spray né con altri prodotti, mentre con il neti lota l’operazione di pulizia del naso diventa facile e immediata. Chi soffre di insonnia scoprirà un modo nuovo di respirare, benefico e sicuramente libero.

E’ ideale praticare lo yala neti, il lavaggio nasale, alcune ore prima di coricarsi, per liberare i condotti e facilitare la respirazione. Questa pratica è infine utilissima per chi russa, in quanto i condotti si liberano e il lavaggio può limitare notevolmente la pratica di russare, garantendo un ottimo riposo a chi soffre di insonnia e anche al partner!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please Do the Math