Nessuno ci fa caso né l’apprezza ma, essere in grado di addormentarsi e dormire bene tutta la notte, è un dono. Molti non hanno questo dono, e sono costretti a condurre uno stile di vita molto difficile. I motivi per cui non si riesce a dormire bene potrebbero essere diversi, e l’ansia è uno dei primi nella lista.

L' insonnia e l' ansiaDa molti anni si è scoperto che il corpo e la mente lavorano insieme per creare un equilibrio nella salute mentale e fisica. Quando c’è uno squilibrio nel corpo, come ad esempio l’incapacità di dormire la notte, o anche di giorno, la ragione di fondo potrebbe benissimo trovarsi nella mente. La mente è sostanzialmente divisa in due parti. Una è il cosiddetto conscio e l’altra è il subconscio. Entrambe le parti svolgono un ruolo nell’insonnia.

Molti di coloro che soffrono di insonnia da ansia tentano l’automedicazione attraverso l’uso di aiuti per il sonno. A lungo termine questa non è una strategia appropriata. Molti aiuti per dormire portano assuefazione, il che significa che il vostro corpo può diventare dipendente da loro per addormentarsi e rimanere addormentato. Inoltre, l’utilizzo di questi farmaci può farvi sentire storditi durante il giorno, che può essere pericoloso per chi deve guidare o utilizzare macchinari.

C’è anche chi cerca la soluzione attraverso l’uso di farmaci o con l’alcool. L’abuso di alcol o di antidolorifici è una delle più comuni forme di auto-medicazione per le persone con ansia e/o insonnia. Come aiuto per il sonno, alcol e droghe sono in grado di offrire una soluzione temporanea per calmare i nervi e aiutare a dormire, ma le conseguenze a lungo termine possono essere ancora più devastanti, per la salute fisica e mentale, dell’ansia o della mancanza del sonno.

Tornando alla mente e le sue parti, queste lavorano insieme in qualche modo, ma separatamente in altri modi. Al fine di curare l’insonnia, invece di utilizzare il metodo cerotto, sia il conscio che l’inconscio devono essere trattati.

La mente subconscia contiene tutto quello che hai mai sentito, visto, vissuto, o ti è stato insegnato. Questo include tutte le cose che si volevano o non si volevano memorizzare. Quando eri ancora un neonato non avevi davvero una scelta tra ciò che ti veniva insegnato, ma il centro di stoccaggio memorizzava comunque ogni cosa. E’ noto anche come il gatekeeper, in quanto non è possibile apportare modifiche. Mantiene lo status quo per voi e vi protegge da eventuali cambiamenti, senza la vostra approvazione.

La mente cosciente è il motore e l’agitatore, il che significa che è sempre operativa in tutte le situazioni. Pensa per tutto il tempo, e pensa al passato e al futuro. Si preoccupa per voi. A volte vi spaventa, vi rende ansiosi e crea tutti i tipi di situazioni che non sono nel vostro interesse. E’ gentile con te se sei uno scienziato o un chirurgo o hai bisogno di inventare qualcosa. Ma in realtà non sa se ti sta aiutando o meno. Questo è il tuo lavoro.

Per alcuni l’ansia può portare a pensieri che si rincorrono e provocare una scarica di adrenalina che rende quasi impossibile il dormire. Per altri, la stanchezza cronica che accompagna l’insonnia può portare ad ansia. Molte persone con insonnia desiderano fortemente un sonno ininterrotto ma trovano ciò inafferrabile. Nel corso del tempo, questa condizione porta il malato a sentirsi intontito durante il giorno e ad avere problemi di messa a fuoco.

Per liberarvi dell’ansia e delle ragioni della vostra ansia, al fine di iniziare a beneficiare di un po’ di sonno, dovete fare due cose. La prima è quella di calmare la mente cosciente e l’altra è quella di riprogrammare la mente subconscia in modo che saprà che è OK per voi  dormire.

Grave ansia o insonnia che influenzano negativamente il corso della vita quotidiana dovrebbero essere trattati da un medico per assicurarsi di non provocare danni alla vostra salute generale ed al benessere.