Insonnia prima degli esami di maturità

Notte_prima_degli_esamiGiorni di esami di maturità, questi, per moltissimi ragazzi e studenti italiani. Ognuno affronta la “notte prima degli esami” a modo suo, ma una caratteristica sembra comune a tutti i giovani: l’immancabile insonnia!

Occhi sbarrati e libri sul comodino, caffé e integratori: pare infatti che più di 1 maturando su 2 tema di non riuscire a prendere sonno e a dormire un sonno ristoratore la notte prima di affrontare un esame, che sia scritto o orale. A rivelarlo è un sondaggio di Skuola.net, che ha analizzato un campione di 3500 maturandi: quasi 1 ragazzo su 4 ha raccontato di essere intenzionato a fare tardi per studiare.

Un ragazzo su 10 ha intenzione di passare la notte a cercare le indiscrezioni sull’esame, eventuali tracce in anticipo e traduzioni; invece il 60% comunque non passerà da solo queste notti: amici, compagni di scuola o famigliari saranno con lui/lei. In realtà, i medici consigliano sempre di dormire il più possibile prima di un esame: non saranno poche ore in più a fare la differenza. Ormai quel che è fatto, è fatto. Tanto più che molte ricerche scientifiche hanno dimostrato come, proprio durante il sonno più profondo, si fissino nel cervello i ricordi di ciò che si è studiato. Insomma, se non si dorme adeguatamente, si rischia addirittura di vanificare tutte le ore di studio matto e disperatissimo precedenti!

Per eliminare l’ansia e dormire più tranquillamente, consigliamo ai maturandi di bere qualcosa di caldo prima di andare a dormire, di staccare la spina a tutti gli strumenti elettronici dopo il tramonto, e magari di leggere qualcosa di leggero, come un fumetto per bambini, quando si è già a letto. Il modo migliore per affrontare un esame è quello di arrivare riposati e senza occhiaie a scuola: una notte in bianco, viceversa, riduce drasticamente le capacità cognitive di chiunque, e riduce le prestazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please Do the Math