Insonnia nei bambini: una cura arriva dall’osteopatia

insonnia-bambiniMolti bambini soffrono di insonnia e il problema si manifesta con sonni agitati e interrotti da pianti, singhiozzi e da una vita diurna poco attenta e priva di lucidità mentale. Dopo aver eseguito le doverose analisi del caso, il pediatra può giungere alla conclusione che si tratti di vera e propria insonnia infantile, una patologia che colpisce molti bambini e che deve essere curata seguendo percorsi diversi e alternativi da quelli riservati agli adulti.

Nei casi più gravi, alcuni pediatri scelgono di somministrare il farmaco a base di niaprazina Nopron, il cui impiego però non è da considerarsi etico e che, alla lunga, pone degli interrogativi che meritano di essere fugati in tempi brevissimi. I genitori possono quindi affidarsi all’osteopatia, una scienza che inquadra il disturbo dell’insonnia come una conseguenza di lesioni subite nell’area del cranio e delle vertebre cervicali di posizione alta. Si tratta di una concezione molto particolare, in quanto tali lesioni si pensano essere occorse dopo il parto e come diretta conseguenza di posizioni traumatiche che il piccolo può aver assunto durante gli ultimi mesi di gestazione.

L’osteopatia si occupa quindi di normalizzare l’anatomia del corpo e di agire con efficacia sulla mobilità delle ossa e delle vertebre, al fine di riequilibrare la totalità del sistema fisiologico del piccolo. Non solo, in quanto i disturbi che fanno insorgere l’insonnia potrebbero essere gli stessi che portano il piccolo a sviluppare coliche, reflusso gastrico e quindi stati importanti di irritabilità.

Ecco che l’osteopatia si occupa di eseguire una diagnosi su queste problematiche, analizzando lo stato di salute delle vertebre cervicali e dei condili occipitali, per controllare che non ci siano eventuali distorsioni. E’ stato infatti dimostrato che l’irritazione e la compressione di queste zone, dovute alla distorsione, possono dare vita a disturbi legati al sonno e alla veglia, oppure manifestarsi con dolore continuo e quindi con pianto ininterrotto da parte del piccolo.

Il trattamento osteopatico del piccolo si occupa quindi di comprendere se sussistano tali distorsioni e di agire con movimenti adatti che permettono al bambino di riequilibrare lo stato fisiologico globale, risolvendo in modo completo e olistico il problema e soprattutto evitando che tali distorsioni possano sfociare in future problematiche durante la crescita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please Do the Math