Insonnia: le app che aiutano a guarire

insonnia app rimediIl nuovo alleato dell’insonnia 2.0 sembra essere lo smartphone, in quanto molte, anzi moltissime, sono le app realizzate per monitorare e quindi aiutare il processo di guarigione dal disturbo.

Le app contro l’insonnia si propongono di offrire in tempi reali dei risultati relativi al monitoraggio, i quali si presentano facili da leggere e da comprendere, nonché di elargire consigli utili su come combattere il problema nella vita di ogni giorno. Iniziamo parlando dell’applicazione SleepRate, concepita e realizzata dall’università di Tel Aviv. SleepRate si preoccupa inizialmente di monitorare in modo continuativo il sonno dei soggetti che soffrono di insonnia. In che modo vi starete chiedendo? Chi desidera capire come il suo corpo si comporta di notte deve indossare una sottile fascia attorno al cuore, la quale è collegata in Wi-Fi con lo smartphone. Il dispositivo permette di monitorare la pressione, gli eventuali risvegli notturni, il battito cardiaco e altri fattori che concorrono alla definizione dell’insonnia. I dati raccolti possono donare una visione completa della stato del paziente, quindi essere letti in autonomia oppure essere raccolti e convogliati al proprio medico curante per una lettura approfondita. L’app stessa consiglia, infatti, di recarsi da uno specialista se i risultati del monitoraggio si rivelano problematici, mentre opera per realizzare un vero e proprio sleep plan nei casi di insonnia considerati più lievi. I risultati del plan possono essere monitorati nel corso del tempo e quindi il processo di guarigione può contare su un alleato medico scientifico molto sofisticato.

Un’altra app molto utile per contrastare l’insonnia si chiama Sleep as Android e si occupa di controllare il sonno, facendo suonare al mattino una sveglia molto intelligente, progettata su basi scientifiche e concepita per non allarmare le persone al momento del risveglio ma per indurre la veglia in modo dolce e adatto alle esigenze nervose dei soggetti più sensibili.

Se l’insonnia si associa all’ansia, ecco disponibile un’app ad hoc, realizzata da uno dei medici britannici più stimati in questione. Si tratta di Relax and Sleep Well, un’applicazione griffata Glenn Harold che promette di sgomberare la mente dalle preoccupazioni e dalle situazioni ansiogene, per ritrovare la serenità e quindi gustarsi un ottimo riposo notturno.

L’ultima app che vi proponiamo si chiama Pzizz Sleep e si basa sulla combinazione fra suoni rilassanti e toni binaurali, i quali sono associati a una programmazione neurolinguistica. L’app si propone di indurre il sonno, di energizzare l’organismo e di rigenerarlo per ottenere un ottimo stato di salute. Complessa ma efficace, questa applicazione si propone all’avanguardia nella metodologia contro l’insonnia, una piccola porta che apre gli orizzonti di una guarigione e un’induzione al benessere completamente self made.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please Do the Math