Dormire poco riduce la capacità decisionale

insonnia capacità decisionaleDormire poco e male, soffrire di insonnia, svegliarci troppo presto o andare a letto troppo tardi riduce drasticamente le nostre capacità decisionali. Infatti, nei momenti più critici, aumenta il rischio di prendere decisioni errate, come risulta da uno studio pubblicato sulla rivista Sleep.

I ricercatori della Washington State University di Spokane (Stati Uniti) hanno dimostrato come le persone costrette a non dormire per lungo tempo sono incapaci di elaborare le conseguenze delle loro azioni, e quindi prendono decisioni più affrettate e spesso sbagliate.

Gli studiosi hanno chiesto a 26 persone (22-40 anni) di dormire e vivere per sei giorni in un laboratorio, strutturato come un vero e proprio albergo. Metà dei partecipanti avevano il compito di non dormire per due notti consecutive, per 62 ore quindi. Gli altri 13 soggetti studiati, invece, hanno riposato normalmente.

Nello studio, i ricercatori hanno mostrato ai soggetti dei numeri che erano stati inseriti in un gruppo “positivo”, che dava diritto a un premio, a differenza del gruppo “negativo”, che determinava una perdita. Dopo un po’ di tempo, tutti i soggetti sono riusciti a trovare i numeri “giusti” per ottenere la ricompensa.

Ma, quando i ricercatori hanno invertito il sistema, scambiando i numeri positivi e negativi, c’è stata una gran confusione, anche se solo per i partecipanti che erano stati privati del sonno. Tutti gli altri invece, dopo un po’ di errori, avevano capito il trucco, e avevano svolto l’esercizio nel modo corretto. Cosa dimostra questo esperimento?

Secondo i ricercatori, non importerebbe quanto ci si impegni per la scelta giusta: la perdita di sonno, infatti, influenza negativamente il cervello e il comportamento umano: “Le persone che si trovano in ambienti ad alto rischio sono ritenute responsabili delle loro azioni, anche quando sono affaticate – ha dichiarato Hans P.A. Van Dongen, a capo della ricerca -. Tuttavia, ora sappiamo che quando qualcuno è privato del sonno, il suo cervello semplicemente non è in grado di elaborare i feedback che derivano dalle sue azioni e dal cambiamento delle circostanze”.

Uno studio che andrà approfondito, ma che dimostra chiaramente ancora una volta quanto possano essere negativi gli effetti di una mancanza di sonno protratta nel lungo periodo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please Do the Math