Dormire poco porta a problemi renali

insonnia geneticaSe le donne dormono poco, come la bella Angelina Jolie che dice di non avere più tempo per dormire a causa dei troppi impegni, possono incorrere in problemi renali anche gravi. Sappiamo tutti quali sono i rischi dell’insonnia e del dormire “a singhiozzo”, e da oggi all’elenco possiamo aggiungere anche i problemi renali.

Ad affermarlo è uno studio presentato durante l’American Society of Nephrology’s Kidney Week 2015, secondo il quale dormire poche ore ogni notte si può tradurre in una maggiore incidenza di problematiche renali, però solo nel sesso femminile. I ricercatori, in particolare, per realizzare lo studio hanno analizzato i dati relativi a 4.238 donne che hanno preso parte al Nurses’ Health Study. Lo studio e il monitoraggio sono durati parecchi anni, ben 11, durante i quali è stata controllata almeno due volte la funzionalità renale delle donne partecipanti allo studio.

Le donne abituate a dormire 5 ore o meno ogni notte hanno mostrato il 65% di rischio in più di avere un rapido declino della funzionalità renale rispetto alle partecipanti allo studio che dormivano tranquillamente 7-8 ore ogni notte. Il dato che emerge è allarmante: basti pensare che negli ultimi 20 anni la popolazione generale dorme molte ore di meno per notte. La popolazione adulta americana, per esempio, dorme mediamente circa 6,5 ore ogni notte contro le 8 raccomandate dalle linee guida. Potremmo quindi già aspettarci, per i prossimi anni, un aumento dei problemi a livello renale, soprattutto nella popolazione femminile.

Gli esperti commentano così: “è fondamentale che i medici informino i loro pazienti sull’importanza di dormire bene e di non farsi mancare le adeguate ore di sonno. Anche se molte persone sono ossessionate dalla dieta e conoscono gli effetti benefici di un’alimentazione bilanciata, ancora troppo poche sanno che il sonno è altrettanto importante per mantenere il corretto equilibrio corporeo”. Serve più informazione, quindi, e maggiore consapevolezza da parte di tutti sull’importanza del dormire bene. Troppo spesso sottovalutiamo le ore notturne, che invece dovrebbero servirci da vero e proprio caricabatterie per il giorno a seguire.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please Do the Math